L’AGESCI in azione a Genova, sempre #prontiaservire

A poca distanza dal tragico crollo del Ponte Morandi a Genova emerge una partecipazione commovente che mette in luce il tessuto sano di una città provata, ma sempre in grado di reagire con carattere e determinazione.

Gli scout genovesi si sono mobilitati per dare una mano sia agli sfollati del ponte Morandi sia più in generale al quartiere di Certosa. Il primo gruppo ad intervenire è stato il Genova 52, che si è attivato in collaborazione con il municipio e le associazioni del quartiere. Il servizio di assistenza consiste nel raccogliere acqua o viveri da distribuire poi ad abitanti e operatori dei soccorsi. In questa ultima settimana, tra capi e RS, si sono mobilitati circa 20 scout al giorno, provenienti dai gruppi della zona Tramontana di Genova. Nella giornata di domenica scorsa si è arrivati alla presenza di 65 scout, soprattutto rover e scolte, che hanno dato una mano agli addetti dell’azienda Amiu nei servizi di pulizia. Un supporto prezioso viste le difficoltà di questi giorni, a causa dei danni subiti dalle strutture nel crollo del ponte.

Foto Repubblica.it

No Replies to "L’AGESCI in azione a Genova, sempre #prontiaservire"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    I commenti sono moderati.
    La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
    La moderazione non è immediata.